LG e SolarEdge per l’indipendenza elettrica

Due validi prodotti leader nelle loro categorie che, uniti in un unico sistema, possono garantire altissimi livelli di indipendenza elettrica per la tua casa

Sono sempre di più le persone che ci chiedono se sia possibile raggiungere l’indipendenza elettrica per quanto riguarda i consumi della propria casa. La soluzione che noi riteniamo più valida oggi e in prospettiva futura è quella dell’inverter SolarEdge con la batteria di accumulo LG, ovviamente in aggiunta ad un impianto fotovoltaico .

Innanzitutto vogliamo fare una precisazione: non sempre si riesce a raggiungere il 100% di autoconsumo per le proprie utenze. Un valore più indicativo si aggira tra l’80-90%. Detto questo, non vuol dire che sia impossibile raggiungere quel dato: molto dipende dall’ottimizzazione dei consumi quotidiani. Con delle piccole accortezze e/o modifiche possiamo raggiungere anche valori prossimi al 95% di autoconsumo, per raggiungere anche in qualche caso la totale indipendenza elettrica.

Prendiamo come esempio un nostro cliente che, circa un anno fa, ha installato questo sistema per la sua residenza. Nell’immagine a fianco viene riportato il dato mensile di febbraio. Siamo alla metà del mese e per questo cliente il valore di autoconsumo è del 95%. Se teniamo in considerazione che siamo in un mese invernale, quindi con un produzione abbastanza bassa, possiamo tranquillamente affermare che nei mesi estivi, dove la produzione è maggiore, sicuramente avremo un valore molto vicino al 100% di autoconsumo.

Vantaggi

Sono diversi i vantaggi che offre un sistema composto da questi due elementi:

  • La batteria ad alto voltaggio lavora in corrente continua, ciò permette al sistema di avere meno perdite durante le fasi di carica-scarica di energia nella batteria. Questo perchè la batteria viene collegata tra l’impianto e l’inverter, configurazione che viene resa tale grazie agli inverter SolarEdge
  • Le batterie LG sono disponibili in due taglie, da 7 e 10 kW. Sono tra le più grandi in termini di storage sul mercato e dunque riescono ad immagazzinare una quantità di energia tale da raggiungere alti livelli di autoconsumo

    Visualizzazione dei flussi tramite app SolarEdge

  • Tutto è controllabile tramite un’unica applicazione. Si può verificare la produzione dell’impianto (sia totale che di ogni singolo modulo), lo stato della batteria, quanta energia è necessaria per le utenze domestiche, quanta energia forniamo alla batteria e quanta energia preleviamo dalla rete. Questo grazie all’app di monitoraggio di SolarEdge, disponibile per i nostri smartphone o tramite il loro portale web.

Caratteristiche

Un’installazione a casa di un nostro cliente

Vediamo alcune caratteristiche di questi due prodotti.

Inverter e ottimizzatori SolarEdge

  • Peso ridotto, circa 9 kg, consentono una facile installazione e un pochissimo ingombro;
  • Produzione di energia che gestisce ogni singolo modulo, grazie agli ottimizzatori, consentendo una produzione totale dell’impianto maggiore rispetto ad altre marche di inverter;
  • Interfaccia per batteria piccola e compatta;
  • Configurazione rapida tramite Wi-Fi;
  • Controllo dei flussi di energia tramite app, si in entrata che in uscita.

Batteria LG

  • 2 versioni di capacità di stoccaggio: RESU 7H da 7kWh e RESU 10H da 10kWh;
  • Batteria a ioni di litio con la tecnologia avanzata JH3 di celle ad alta densità;
  • Ideale per il fotovoltaico, è progettato l’utilizzo in abbinamento ad impianti fotovoltaici per la massimizzazione dell’autoconsumo;
  • Prodotto sicuro e certificato in conformità alle norme internazionali standard;
  • Elevata qualità: assicura una capacità dell’80% dopo 10 anni.
  • Dimensioni compatte rendono facile l’installazione, che può essere su parete o su pavimento, sia in ambienti interni che esterni.

In previsione del futuro

Dobbiamo poi anche considerare che nel prossimo futuro inizieremo a pensare in massa alla mobilità elettrica. In questo il sistema SolarEdge è già pronto ad “aggiornarsi” per le prossime necessità dei suoi clienti: sarà disponibile il kit di ricarica per auto elettrica nel 2019. Una soluzione che non necessiterà di grandi modifiche da apportare al tuo impianto, ma basterà collegare l’apposito kit con presa di ricarica al tuo sistema inverter-batteria per fare il pieno della tua prossima auto elettrica.

Se hai mai pensato di valutare una soluzione simile per la tua casa, chiamaci e ricevi una consulenza gratuita per riuscire a raggiungere l’indipendenza elettrica.

 

 

 

 

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Google+
LinkedIn
Pinterest
+