Sistema di monitoraggio

Con un semplice sistema di monitoraggio puoi tenere sotto controllo, in qualsiasi momento e luogo, il tuo impianto fotovoltaico. Basta una semplice connessione internet per accedere tramite app o web per vedere lo stato del tuo impianto fotovoltaico.

Come installatori di impianti fotovoltaici cerchiamo di dare sempre il miglior prodotto al nostro cliente. I pannelli fotovoltaici, di qualsiasi brand e modello, vengono accompagnati da schede tecniche dove sono riportati valori di efficienza e produzione. Per controllare questi valori è possibile farlo in diversi modi: o andare a leggere nel display dell’inverter oppure vedere i resoconti di produzione sul contatore o sul portale GSE.

C’è però un modo molto più pratico e più dettagliato che consente ad ogni cliente di poter monitorare in tempo reale l’andamento del proprio impianto fotovoltaico: stiamo parlando di un sistema di monitoraggio online.

Stiamo parlando di un optional da aggiungere dunque al tuo inverter e che grazie ad una connessione internet, WI-FI o tramite cavo, ti consentirà di poter vedere tramite un apposito portale tutti i dati relativi alla produzione data dall’impianto.

Vediamo due dei tanti sistemi di monitoraggio: quello offerto da SolarEdge e quello offerto da Fronius, dando poi un piccolo suggerimento a chi possiede già un fotovoltaico e vorrebbe implementarlo con questa soluzione.

SolarEdge: cosa ci permette di fare?

Prendiamo in esempio il monitoraggio fornito da SolarEdge; il cliente può scegliere tra due tipi di monitoraggio: uno base, dove vedere soltanto i dati della produzione, e uno più completo, dove poter vedere carichi e flussi di energia. In entrambi poi ci sono alcune funzionalità comuni

Nella versione base è dunque possibile vedere le stesse indicazioni disponibili sull’inverter, quindi produzione attuale, odierna, mensile e totale (nell’immagine qui a fianco con un monitoraggio base sarà possibile vedere solo il riquadro “Panoramica”).

Nella versione più completa oltre a visualizzare i dati sopra citati abbiamo dei valori in più: ci sarà un grafico stilizzato dove potremmo vedere istantaneamente la produzione dell’impianto fotovoltaico, quanto la casa sta assorbendo energia e quanto la rete stia cedendo o assorbendo in base alla produzione.

Gli inverter Solaredge, oltre a gestire il classico impianto fotovoltaico, sono in grado, senza dover aggiungere come in alcuni casi un altro inverter, di interfacciarsi con alcune batterie di accumulo (LG per esempio).

Nel caso in cui sia presente una batteria di accumulo, possiamo vedere come nel monitoraggio venga inclusa l’immagine della batteria e il suo stato: ovvero se riceve energia dal fotovoltaico (come in foto) oppure se cede energia alle utenze domestiche. Il tutto indicando lo stato di carica in percentuale e quanta energia riceve o cede.

Produzione e consumo

Inoltre, rispetto alla versione base, possiamo vedere due nuovi grafici dove vedere in percentuale due valori: la produzione del sistema e il consumo che abbiamo in casa.

Nella produzione del sistema abbiamo la possibilità di vedere alcuni dati indicati per diversi periodi di tempo: è possibile vedere per giorno, settimana, mese, periodo di fatturazione e anno i dati della produzione del sistema divisi in percentuale in energia autoconsumata e energia esportata (la produzione in eccesso).

Nel grafico del consumo invece possiamo vedere, sempre per 5 periodi di tempo differente, quanta energia abbiamo usato in totale, quanto abbiamo usato dal fotovoltaico e quanto abbiamo consumato dalla rete. Così da poter migliorare le nostre abitudini, cercando per esempio di poter spostare i carichi nelle ore di produzione dell’impianto.

Oltre a questi due grafici, abbiamo la possibilità di di vedere, sempre in relazione a produzione e sistema, due grafici a colonne i dati relativi al consumo, produzione e autoconsumo, potendo scegliere addirittura giorno, mese e data.

Infine troviamo una comparazione di produzione negli anni: per vedere quali sono stati gli anni e/o i mesi più prolifici in confronto tra loro.

Layout dell’impianto

Tutto quello descritto fino ad ora lo troviamo nella sezione “dashboard” del portale. C’è una seconda sezione molto interessante dove poter vedere fisicamente il posizionamento dei moduli sul nostro tetto: “layout”. Da lì, oltre a vedere la posizione dei pannelli, possiamo anche vedere quanto stanno producendo in quel momento.

Come strumento è fondamentale per capire se un pannello possa avere un qualche difetto o malfunzionamento, potendo intervenire tempestivamente senza dover subire perdite prolungate in termini di produzione nel nostro impianto. Inoltre viene schematizzato un piccolo inverter ed una bussola, che indica l’orientamento dell’impianto.

Sistema di monitoraggio Fronius

Anche Fronius propone il suo sistema di monitoraggio. In sostanza è molto simile a quello fornito da SolarEdge. Ovviamente cambiano leggermente grafica e tipo di schemi, ma possiamo vedere gli stessi dati.

Abbiamo la rappresentazione del nostro impianto anche qui stilizzata con 4/5 simboli: al centro troviamo l’inverter, in alto a destra il nostro impianto e in alto a sinistra l’utenza collegata ad essa (la casa), in basso a sinistra la rete elettrica nazionale e qualora ci fosse in basso a destra troveremo il sistema di accumulo.

Con un’animazione fatta con puntini più o meno grandi vedremo il passaggio di energia tra le varie zone del grafico. Anche qui possiamo vedere i valori istantanei di produzione del nostro impianto e quelli relativi all’assorbimento della casa e all’acquisto o cessione di energia da parte della rete.

Grafici e schemi

Sempre nel menù principale, chiamato “panoramica”, troviamo anche un grafico riguardante il bilancio energetico giornaliero. Rappresentato come un grafico cartesiano dove troviamo le ore del giorno e i kW, prodotti e consumati, possiamo vedere l’andamento dei nostri consumi durante le ore del giorno.

Se usciamo dal menù “panoramica” e andiamo nel menù “bilancio energetico” troveremo dei grafici più dettagliati per quanto riguarda sempre la produzione di energia. Possiamo vedere per produzione e consumo due grafici che ci indicheranno sempre i valori scelti, con la differenza che possiamo visualizzarli per diversi periodi di tempo.

Abbiamo infatti la possibilità di vedere singoli giorni, mesi, anni oppure quello che il nostro impianto ha prodotto/consumato durante la sua vita.

Meteo, emissioni e alberi piantati!

Entrambe le piattaforme offrono inoltre alcune curiosità utili ed interessanti. Troviamo infatti:

  • un aggiornamento meteo in base al sito di installazione.Registrando infatti l’impianto con la località entrambi i portali ci indicheranno nelle schermate principali le previsioni del meteo giornaliere e dei prossimi giorni. Così da sapere se il nostro impianto lavorerà ai massimi regimi o qualche nuvola o pioggia gli darà fastidio!
  • emissioni di CO2 evitate. Un contatore che ogni giorno viene aggiornato in base alla nostra produzione di kW. Ogni kW prodotto dall’impianto viene fatto in maniere green, quindi senza produrre anidride carbonica.
  • alberi piantati. Un calcolatore che ci dice in base alle emissioni di CO2 evitate l’equivalente degli alberi piantati.

E per chi ha un impianto senza monitoraggio?

Ci sono diverse soluzioni e dipendono dagli inverter che si hanno installati. Se abbiamo SolarEdge o Fronius senza monitoraggio possiamo richiedere quello fornito dalla casa. Se invece abbiamo inverter di altre marche possiamo cercare su internet e acquistare dei kit di terze parti che consentono di tener d’occhio il nostro impianto. Puoi rivolgerti al tuo elettricista di fiducia e acquistare comodamente questi sistemi.

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Google+
LinkedIn
Pinterest
+